PO 442- Novembre 2021

54 progettare 442 • novembre / dicembre 2021 Come si può vedere in figura 1, se non si introducesse alcuna correzione nelle emis- sioni di CO 2 (e con una stima di crescita del traffico aereo del 4%annuo), si avrebbe un drastico aumento di inquinamento, rag- giungendo circa 3,5 gigaton nel 2050. Un aereo di linea consuma in media poco più di 1 l al secondo di carburante. In un volo intercontinentale un Airbus A-380 consu- ma circa 165 t di combustibile producendo circa 521 t di CO 2 ; se rapportate ai passeg- geri trasportati (525 a pieno carico) e alla distanza percorsa (12.000 km) si riduce a circa 83 grammi/passeggero/km (inferiore quindi a quella di una normale auto con un solo passeggero). L’inquinamento si riduce notevolmente con un moderno velivolo A-350 che, per lo stesso tragitto, consuma circa 85 t di combustibile producendo circa 267 t di CO 2 ; se rapportate ai passeggeri trasportati (315) e alla distanza percorsa si riduce a circa 70 grammi/passeggero/km. Programma di ricerca (idrogeno) Sebbene siano valori di inquinamento infe- riori a quelli del trasporto automobilistico, si stanno svolgendo a livello Europeo, Energia pulita a idrogeno ( zero CO 2 ) in aeronautica RICERCA Sebbene il trasporto aereo incida solamente per un 3-4% sull’inquinamento globale è molto importante che, anche in questo settore, si riesca a ridurre fortemente l’inquinamento atmosferico. Un progetto italiano interessante GIULIO ROMEO

RkJQdWJsaXNoZXIy Mzg4NjYz